metanimalia

The ‘metanimalia’ series is based on the overlapping of two visual layers and was inspired by a personal experience of mine, that of the rediscovery of an old photo of a fawn i had taken which insects had settled upon. This led me to the idea of combining the one level of wild animals in their natural habitat, evoking the style of the prints of19th century naturalists. And the second level being that of small animals living in their natural habitat and moving over the images in a visual game, not bereft of irony. My desire was to express the idea that animals live beyond simply their taxonomy and our need to fit them into representative ideals.

______________

La serie “Metanimalia” si basa sulla sovrapposizione di due piani visivi che ha origine da una mia esperienza personale, il ritrovamento di una stampa di una mia vecchia foto di un cerbiatto su cui si erano posati alcuni insetti. Così è nata questa serie, nella quale il primo piano è dato da fotografie di animali selvatici nel loro habitat naturale, presentate in uno stile che evoca le stampe dei trattati dei naturalisti dell’ottocento. Il secondo livello è dato da animali viventi più piccoli che, in modo apparentemente casuale vi camminano sopra, creando un gioco visivo non privo di ironia. Un corto circuito spazio-temporale per alludere ad una natura animale che tracima al di là degli schemi tassonomici e del nostro continuo tentativo di chiuderla e fissarla in una rappresentazione.